Qual è la differenza tra costi fissi e variabili

Indice dell'articolo

Proseguiamo con il discorso sull’importanza di conoscere i costi della propria azienda, e dopo aver parlato di centri di costo, impariamo una discriminante sostanziale: quella tra costi fissi e costi variabili. Conoscere la differenza tra i costi fissi e variabili è importante per la gestione aziendale, poiché aiuta a prevedere quanto spenderemo per ogni azione e a pianificare la produzione in modo più efficiente.

Cos’è un costo fisso

Un costo fisso è un tipo di costo aziendale che non varia, indipendentemente dal livello di produzione o vendita. I costi fissi sono considerati una parte bloccata delle spese aziendali e sono molto importanti per la pianificazione del budget e la gestione finanziaria.

Alcuni esempi comuni di costi fissi includono:

  • l’affitto o il mutuo per un immobile commerciale;
  • la retribuzione del personale a tempo indeterminato;
  •  i costi per l’utilità, come le bollette dell’energia elettrica e il gas;
  • le spese di licenza e le tasse locali;
  • i costi per l’equipaggiamento, come l’acquisto e la manutenzione dei macchinari.

Questi costi sono obbligatori e devono essere pagati anche se l’azienda non genera ricavi o se la produzione è ferma.
Se i costi fissi sono troppo alti, l’azienda può trovarsi in difficoltà anche se i ricavi sono buoni. Al contrario, se i costi fissi sono sotto controllo, l’azienda può generare con il tempo maggiori profitti.

Cos’è un costo variabile

I costi variabili cambiano in base alla quantità di prodotto che l’azienda produce o vende, a differenza dei costi fissi che rimangono sempre gli stessi. I costi variabili sono importanti per le aziende, perché possono aiutare a comprendere meglio i costi della produzione e a identificare le aree in cui è possibile ridurli, per aumentare i profitti. È importante che le aziende comprendano i loro costi variabili perché possono aiutare a determinare il prezzo di vendita ottimale per i prodotti e a pianificare i costi futuri.

Alcuni esempi comuni di costi variabili includono:

  •  il costo del materiale per la produzione e per le materie prime;
  • il costo del lavoro diretto, come il personale impiegato nella produzione;
  • il costo delle spedizioni e degli imballaggi;
  • le attività promozionali.

Come capire se un costo è fisso o un costo variabile

La distinzione tra costi fissi e costi variabili dipende dalla relazione tra il costo e il livello di attività dell’azienda. Come abbiamo detto, un costo è considerato fisso se non cambia in relazione al livello di produzione o vendita, ed è variabile se invece oscilla in base a come va l’azienda.
Ecco alcuni criteri più precisi per determinare se un costo è fisso o variabile:

Relazione diretta con il livello di produzione

L’esempio più classico di costo variabile è la materia prima. Più si produce, più aumenterà l’esigenza di materie prime.

Tempo di riferimento

L’affitto mensile di una sede commerciale è un costo fisso nel tempo, indipendentemente dal livello di produzione o vendita dell’azienda. Se invece faccio una campagna di saldi, i costi per sostenerla saranno limitati nel tempo della promozione.

Scelta aziendale

Lo stipendio dei propri dipendenti ha un costo fisso per il lavoro. Se invece si sceglie di collaborare con dei liberi professionisti a progetto oppure di avere dei consulenti esterni solo in alcuni momenti dell’anno, la loro retribuzione sarà un costo variabile.

È importante notare che alcuni costi, come nell’ultimo caso, possono essere sia fissi che variabili, a seconda della prospettiva. Ad esempio, il costo del personale può essere considerato fisso se si considera il salario, ma variabile se ad esempio si sceglie la formula ibrida di remote working e lavoro in ufficio per lo stesso numero di ore lavorate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Autore

Cambiare

Il Magazine di Impreditori che cambiano

Cambiare

Il Magazine di Imprenditori che cambiano

Al suo interno trovi articoli, editoriali, interviste a imprenditori e spunti di riflessione utili a chi fa impresa e vuole capire come evolvere il proprio business e mantenerlo al passo con i cambiamenti.

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Sunday Coffe

Ogni domenica mattina ricevi Sunday Coffee, il momento ideale per riflettere, leggere con calma e trovare ispirazioni per allenarti al cambiamento.

Sunday Coffe

Iscriviti alla Newsletter

Ogni domenica mattina ricevi Sunday Coffee, il momento ideale per riflettere, leggere con calma e trovare ispirazioni per allenarti al cambiamento.