Seleziona una pagina

Se anche tu ti stai facendo questa domanda, leggi questo articolo e scoprirai quanto hanno in comune questi due argomenti!

So bene cosa stai pensando

marketing = pubblicità e flussi di cassa = affare del commercialista

ma devo deluderti non è proprio così.

I nostri due Super Eroi sono strettamente legati uno all’altro. Per far girare il motore della tua azienda devi avere ingranaggi ben oliati, ovvero i tuoi flussi di cassa, e una buona dose di benzina, cioè il marketing che ti fa produrre altri soldi. Ora che ti è più chiara la relazione tra flussi di cassa e marketing, accendiamo il motore e partiamo.

 

“Chi smette di fare pubblicità per risparmiare soldi, è come se fermasse l’orologio per risparmiare il tempo” (Henry Ford)

 

Inizio subito con una cattiva notizia, ma leggi fino in fondo perché ne trovi anche una buona!

Sai quali sono i motivi per cui le aziende falliscono? Tanti, ma mi voglio soffermare sui principali.

Le aziende falliscono perché non guadagnano. Se guardi il fatturato magari i numeri sono anche buoni ma sul conto corrente non ti rimane mai nulla, puoi avere un problema di margini sbagliati o tempi tra incassi e pagamenti disallineati oppure costi fissi troppo alti.

Un’azienda è in continua evoluzione pertanto il suo stato finanziario deve essere  costantemente monitorato e rivalutato per non buttare neanche un euro in attività o costi superflui.

Quando ti accorgi che le tue marginalità sugli incassi sono errate in genere è troppo tardi, hai già perso svariati Euro. Così come quando acquisti pagando la merce prima di incassare, in questo caso il tuo flusso di cassa è negativo e ti affidi a banche, prestiti, fidi e castelletti vari per mandare avanti l’azienda e pagare gli stipendi.

Ti senti sempre con l’acqua alla gola e in continua rincorsa per colmare i tuoi debiti, fin quando non ce la fai più e porti i libri in Tribunale.

Non voglio essere disfattista, ma questa è la realtà dell’imprenditoria italiana: più di un’impresa su due, precisamente il 55,2

per cento, chiude i battenti entro i primi 5 anni di vita (dai ufficio studi CGIA).

Scommetto che tu non vuoi fare la stessa fine! Allora inizia subito a leggere e a misurare i numeri della tua azienda, non delegare tutto al commercialista, chiedi, fai domande e tieni sotto controllo i tuoi flussi di cassa.

 

Conoscere la posizione finanziaria della tua azienda ti salverà dal fallimento!

 

Se i numeri sono OK il marketing è la benzina per la tua azienda

La buona notizia è che se fai bene questa parte puoi essere certo che gli ingranaggi del tuo motore stanno funzionando alla grande e puoi mettere benzina (il marketing) per far correre il tuo business.

Come devi comportarti con questo benedetto marketing? Sai qual è la cosa veramente utile da fare per la tua azienda nel momento in cui ti trovi?

Il marketing è spesso confuso con la pubblicità: la pagina Facebook, il sito, il volantinaggio, gli eventi…. ma il marketing è un’attività molto più articolata del fare pubblicità online e offline e, se NON è ben strutturato, rischi di fare dei veri e propri danni, spendendo soldi inutili che non ti porteranno un guadagno, vediamo insieme perché.

Se stai pensando che dovresti proprio rifare il sito internet, prima di farlo valuta l’impatto della tua attività online sulla base del tuo modello di business. Fatto questo devi generare traffico qualificato, raccogliere i contatti e convertirli in vendite reali. Capisci che la sola creazione di un sito e il monitoraggio del numero delle visite non sono vendite: devi creare un sistema più complesso di cui il tuo sito è parte integrante.

 

Sei stufo di buttare soldi in marketing inutile? Scarica la tua guida imprenditori che cambiano e scopri i 5 errori da NON commettere MAI!

 

Come faccio a sapere quanto investire in marketing e quanto mi deve rientrare?

Immagina di chiamare un consulente per avviare una campagna di marketing, solitamente la prima cosa che ti chiede è: “Hai già pianificato il budget da

investire?”.  Nel 90% dei casi l’imprenditore è impreparato e risponde “Io voglio più clienti, fammi un’offerta”.

Oppure, nei casi più fortunati, viene buttata lì una cifra approssimativa, che non considera le possibili conseguenze che una campagna di marketing può innescare, come ad esempio un aumento improvviso della richiesta del tuo prodotto che, se non sai gestire, può trasformarsi in un boomerang.

Ora ti dico come stanno davvero le cose. Un consulente professionista ti farà delle domande più dettagliate. Ad esempio: “Quanto puoi spendere per ogni cliente nuovo? Per quanto tempo? Qual è l’obiettivo che vuoi raggiungere? Qual è il tuo cliente ideale? e molte altre ancora e poi ti propone la strategia migliore.

Il marketing funziona se tu, imprenditore, sai quanto puoi spendere, se hai i soldi per produrre quello che l’attività di marketing ti farà vendere. Domandati se la tua struttura può reggere un extra carico a livello amministrativo, gestionale e produttivo. Se puoi, fai delle simulazioni.

Assicurati di avere sufficiente budget per completare il tuo piano marketing. Troppo spesso gli imprenditori partono con delle campagne di marketing che poi sono costretti a interrompere perché non hanno valutato bene le conseguenze.

Il segreto? Fissa un obiettivo per volta, un obiettivo preciso e decidi in quanto tempo puoi raggiungerlo.

 

Sei stufo di buttare soldi in marketing inutile? Scarica la tua guida imprenditori che cambiano e scopri i 5 errori da NON commettere MAI!

 

Scopri le 5 cose da fare prima di avviare un’attività di marketing

Se non vuoi rischiare di mandare la tua azienda in difficoltà economica e di gestione, ecco le 5 cose che devi fare PRIMA di avviare qualsiasi attività di marketing:

  1. Analisi macro: guarda entrate e uscite della tua azienda
  2. Analizza i prezzi dei prodotti/servizi che offri e assicurati la giusta marginalità
  3. Verifica quanto ti serve per produrre ciò che vuoi ottenere dal marketing
  4. Accertati che la struttura che hai ora è sufficiente per gestire il numero di ordini che ti sei dato come obiettivo
  5. Fai un piano di avanzamento della tua campagna e identifica tempi e risultati da monitorare

Se pensi che per fare queste cose ti ci vuole una vita, non hai tempo per seguirle tutte, la tua giornata dovrebbe essere di 48h lavorative, qui c’è la crisi, il mio settore è difficile…e scuse varie di questo tipo….allora ti dico che, nessun settore è difficile, basta sapersi diversificare.

Focalizzati sull’obiettivo, pianifica passo passo le cose da fare, misura i risultati e il cambiamento e il miglioramento arriva.

Lavorando fianco a fianco con diversi imprenditori, vivo ogni giorno queste situazioni, ma la soddisfazione più grande è quando anche loro iniziano a vedere i risultati e i loro obiettivi realizzarsi anche quando pensavano di non potercela fare.

 

Se non riesci a fare tutto da solo affiancati qualcuno che ti accompagni e ti faccia acquisire il metodo giusto. Nessuno si può sostituire alla guida della tua azienda, ti basta avere un co-pilota che, per un periodo, ti dia le giuste “informazioni” per affrontare le insidie di un percorso: curve pericolose, tornanti, salite e discese, tratti sterrati e lunghi rettilinei, fino ad arrivare al traguardo prefissato.

Un’imprenditore non si ferma certo li, quello è il nuovo punto di partenza!

 

Sei stufo di buttare soldi in marketing inutile? Scarica la tua guida imprenditori che cambiano con i 5 errori da NON commettere MAI!