Seleziona una pagina

La ricerca, un sistema di marketing che non esisteva 10 anni fa, dà alle aziende il modo più efficiente e meno dispendioso per fare affari

Cit. John Battelle

 

Scommetto che molte volte ti sei ritrovato a pensare ‘basta con ‘sto marketing’, e, ancora, ‘basta con questi guru che parlano di strategie di marketing’ io ho problemi reali e cerco soluzioni vere.

A tutti gli imprenditori può succedere di non aver né voglia né tempo per studiare, leggere e capire fino in fondo la scienza del marketing.

Eh sì, hai letto bene, SCIENZA, perché io credo fortemente, e non solo io, che il marketing sia una scienza, da studiare e da applicare analizzando i dati.

Ora se a te proprio non interessa più puoi smettere di leggere qui.

Se invece in fondo in fondo ne riconosci un valore ti consiglio di continuare potrebbe essere la svolta per la tua impresa.

Cerco di essere semplice e di spiegarti perché non puoi fare a meno del marketing facendoti un esempio.

Nell’epoca digitale nella quale viviamo, il cliente si aggiorna su tutto prima di acquistare un qualsiasi prodotto o servizio.  La scelta del cliente è spesso influenzata da recensioni e commenti di chi ha già provato il prodotto o servizio. Sono certa che anche tu le consulti prima di fare delle scelte.

Facciamo un esempio: sei sceso dalla bicicletta di corsa e ti sei procurato una bella storta alla caviglia, è molto probabile che il tuo medico ti suggerisca un po’ di fisioterapia. Inizi a chiedere il nome di un buon centro di riabilitazione al tuo medico, ai tuoi amici e parenti.

In più, è altrettanto probabile, che una volta raccolti un paio di nomi tu vada su internet a cercare informazioni.

Ormai questo accade per qualsiasi settore, nessuno escluso, anche in ambito medico succede.

Come sceglierai da quale fisioterapista andare?

Se il fisioterapista che hai identificato ha una presenza online, ben costruita, le tue barriere inizieranno un po’ ad abbassarsi, sarai interessato a leggere dei trattamenti proposti e vorrai guardare le immagini della sua struttura.

Se questa presenza non è statica e fornisce dei contenuti di valore, tu inizierai a pensare che si tratta di un centro professionale che si prende buona cura dei pazienti.

Bingo

A darti la mazzata finale nel tuo percorso decisionale arriveranno poi le testimonianze dei pazienti che ti racconteranno della loro esperienza positiva al centro di riabilitazione.

In effetti potrà sembrarti anche piuttosto semplice, un bel sito qualche testimonianza e il gioco è fatto.

Ma fai attenzione: le persone, tranne forse i tuoi parenti, non mettono la propria faccia volentieri per recensioni false.

In realtà ciò che si nasconde dietro quei commenti positivi e dietro quel sito ben costruito è molto altro.

Solo se la tua impresa è cliente-centrica, ovvero tutto studiato affinché l’esperienza del tuo cliente sia ottimale, il tuo personale coinvolto e partecipe nell’organizzazione e nel tuo modo di fare impresa, otterrai delle testimonianze positive da parte dei tuoi clienti.

Sicuramente se il centro di riabilitazione ha ottenuto dei buoni riconoscimenti, non li ha ottenuti da un giorno all’altro. Sicuramente il titolare ha capito che, l’accoglienza, le chiamate per ricordare gli appuntamenti, i trattamenti offerti, la comunicazione online e offline, fa tutto parte, di quella parola magica che è “MARKETING”.

La tua impresa quindi, può trasformarsi e diventare più profittevole solo con un sistema di marketing efficace.

Ne ho fatta tanta di pubblicità e non è cambiato niente stufo

La pubblicità non è il marketing e il marketing non è la pubblicità.

Ricordati questa frase ogni qualvolta deciderai di spendere soldi per organizzare un evento, fare pubblicità sul giornale della tua città o alla radio della tua zona.

La pubblicità è una componente della comunicazione ma non è il marketing.

Lo sai che il marketing oggi vale il 75% del tuo processo di vendita?

Te l’avevo detto prima che le persone si informano prima di fare qualsiasi acquisto, quando arrivano da te la loro è una decisione già presa quasi al 75%.

L’ultimo atto di chiusura della vendita spetta a te, e non dico sia facile, ma almeno hai davanti un potenziale acquirente consapevole, che ti conosce, ha già letto di te e si è creato delle aspettative.

La comunicazione ci inganna? 

Non dobbiamo promettere ciò che non dovremmo,

per non essere chiamati a svolgere ciò che non possiamo.
(Abraham Lincoln)

In quanto alla pubblicità, io penso che sia uno strumento valido da utilizzare, se contestualizzato all’interno di un sistema di marketing efficace.

La comunicazione ben fatta può creare dei brand molto forti e coinvolgere il pubblico al punto di spingerli all’acquisto.

Io, a volte, un po’ la temo e la guardo con attenzione perché il potere che ha può essere un boomerang per molte imprese.

Mi spiego meglio.

Se trovi un’ottima agenzia di comunicazione potrà narrare il tuo prodotto esaltandone le caratteristiche, incuriosendo il pubblico fino a stimolarne l’acquisto.

Immagina se ti dicessi: Acquista per la colazione della tua famiglia il biscotto italiano ricoperto di pistacchio e nutella con sole 10 calorie.

Avresti già l’acquolina in bocca?

E forse staresti pensando ‘Evvai finalmente un biscotto buono e poco calorico’

Ti precipiti per acquistarli sul sito dell’azienda ‘BISCOTTI GOLOSI’, sei pronto a strisciare la carta di credito e non vedi l’ora di farli assaggiare ai tuoi bambini.

E poi, scopri che, è solo in pacchi da 50 confezioni, provenienti dalla Germania con un costo di spedizione pari a 80 Euro.

Già immagino l’espressione delusa del tuo viso, la comunicazione non aderente alla realtà, che falsa le tue aspettative e non mantiene le promesse si ritorce fortemente sulla reputazione di un’impresa.

Non solo l’azienda ‘BISCOTTI GOLOSI’ non ha un nuovo cliente, ma rischia di ottenere una pubblicità / passaparola negativo.

Se sei arrivato a leggere fin qui, forse, è perché poco poco questo marketing inizia a piacerti.

Allora continua.

Da dove partire per strutturare un sistema di marketing vincente?

Il buono è nemico dell’eccellente.La maggior parte delle buone aziende rimangono buone.Ma buono non è eccellente.

                                                                                                             Cit. Jim Collins

 

Parti dal punto di focalizzazione della tua impresa, cerca un aspetto che ti differenzia dalla concorrenza.

Analizza quello che i tuoi clienti target si aspettano dal tuo prodotto e chiediti se ciò che fornisci è davvero ciò che chiedono i tuoi clienti. (Che senso ha offrire qualcosa che nessuno vuole?)

Non aspettare i tuoi clienti sulla soglia del tuo negozio o nel tuo elegante studio medico, vai a cercarli, fai delle offerte, raccogli i loro dati e le loro opinioni.

Attira i tuoi clienti nella tua impresa e una volta che li hai conquistati non farli SCAPPARE.

Infine, tu e la tua squadra dovete essere allineati, parlare al cliente nello stesso modo, insieme siete un’unica voce senza discordanze o punti di vista diversi.

Definire una strategia di marketing vincente richiede tempo, analisi, sacrificio e duro lavoro ma è l’unica strada anche per i piccoli e medi imprenditori che si trovano a confrontarsi in mercati sempre più competitivi.

Cambia la tua impresa in 3 mesi. Genera nuovi clienti e impara a mantenerli a lungo. Scopri il nostro esclusivo metodo Imprenditori che cambiano

banner2