Seleziona una pagina

Immagina di poter, finalmente, avere ciò che desideri: più tempo a disposizione per la tua famiglia, la possibilità di fare quel viaggio con tua moglie che programmi da una vita, portare i tuoi figli in giro in una berlina lussuosa, oppure solo, poter dormire qualche ora in più e non svegliarti di soprassalto in preda alle ansie notturne, tipica sindrome da fine mese di cui sono affetti molti imprenditori italiani.

Se continui a fare quello che hai sempre fatto, continuerai ad ottenere ciò che hai sempre avuto .(Cit. Warren G. Bennis)

Sarebbe bello no? Ora starai pensando che ci vorrebbe un miracolo, che ci hai provato tante volte a rimettere in sesto la tua impresa. Hai investito in pubblicità, fatto e rifatto la vetrina, chiamato decine di clienti per fargli delle offerte. Sì, qualcosa si è mosso, ma non abbastanza da farti realizzare i tuoi desideri e migliorare la vita della tua famiglia.

Sai perché? Non era un cambiamento radicale.

Se, al contrario, nella tua testa il desiderio è di spingerti oltre, di avere più profitti, più clienti e di condurre, di conseguenza, una vita diversa, devi trovare il coraggio per migliorare la tua impresa. Sia chiaro, io capisco benissimo quanto ti possa spaventare un cambiamento radicale. In qualsiasi ambito della nostra vita: lavoro, amore, amicizia, il cambiamento ci fa paura. È giusto così, anche senza essere esperti in psicologia, possiamo capire quanto sia difficile andare incontro all’ignoto e lasciarci alle spalle ciò che è familiare e confortevole.

Se poi questo riguarda la tua impresa, la fatidica domanda è lì, in agguato. ‘Ma starò meglio dopo aver fatto questa scelta?’ e poi ti rispondi ‘Forse è meglio rimanere con quello che ho, nella mia situazione attuale, in fondo così come sto, non sto malissimo, certo a volte faccio fatica, ma dei mesi vanno meglio.

Siamo maghi nel raccontarci quello che vogliamo ascoltare, trovare scuse e ragioni per non motivarci al reale cambiamento.

Cosa significa ‘cambiamento radicale’?

Ti faccio un esempio. Ipotizziamo che tu abbia un ristorante, ben conosciuto nella tua zona, ma da un po’ di tempo la clientela è sempre la stessa e, per la verità, anche un po’ diminuita negli ultimi mesi. Sei un ristorante, pizzeria che offre un menù ampio dal pesce alla carne. La tua squadra è affiatata, giocherellona, si respira una bella atmosfera, ma il servizio è un po’ troppo informale e a volte impreciso. I tuoi piatti sono buoni, una cucina di casa, tradizionali. Da pochi mesi, non lontano da te, ha aperto una birreria gestita da un gruppo di giovani che organizzano serate con musica, un buon menu hamburger/birra, frequentato da molti giovani.

Ora tu, senti il bisogno di far qualcosa. Hai oltre 20 anni di esperienza nella tua attività, vorresti recuperare clienti, offrire delle novità e generare nuovamente interesse nei tuoi confronti. Ti sei rifatto un po’ il look, hai chiesto ad un amico smanettone di PC di aprirti una pagina Facebook e hai stampato un migliaio di volantini, ma purtroppo tutto questo non è bastato.

Il cambiamento radicale, infatti, inizia proprio dal cambiamento del modo di pensare dell’imprenditore. Prima di avviare una serie di attività promozionali ti dovresti fare delle domande: ti sei chiesto perché i tuoi clienti dovrebbero venire da te? Cosa offri di diverso e, possibilmente migliore, rispetto ai concorrenti? La pagina Facebook, gestita dal tuo amico, ti sta portando dei risultati? I volantini possono essere il cardine della tua strategia di promozione?

Queste e altre innumerevoli domande sono la base per sviluppare una strategia vincente di rilancio della tua attività e, soprattutto, per avviare un cambiamento che ti porti risultati veri.

Il cambiamento è rischioso

Certo non voglio dirti che sia facile eh, e che via, da domani si cambia e tutto sarà più bello. No, non è così. Il cambiamento è sacrificio, duro lavoro, momenti di sconforto e altri di estrema soddisfazione. In più, ti avviso, solo la persistenza e la sistematicità di alcune azioni ti aiuteranno in questo processo di trasformazione.

Se non rischi…in realtà metti tutto a rischio.

(Cit. Jimmy Vee)

 

Penso che tu sia d’accordo con me che, fare gli imprenditori è roba da grandi, e non solo in senso anagrafico.  Gli ostacoli che incontri sono numerosi, le competenze di cui hai bisogno altrettanto numerose. Devi saper gestire il tuo team, fare marketing, comunicare, vendere, conoscere il fisco, la burocrazia, le banche, i fornitori e poi alla fine, tu, dovresti anche fare il tuo lavoro, quello che volevi sin dall’inizio: produrre e vendere il tuo prodotto o servizio.

La buona notizia? Se hai deciso di affrontare un cambiamento per la tua impresa ti stai dando una possibilità di raggiungere i tuoi obiettivi, sei già sulla buona strada per superare le difficoltà.

Da dove inizio?

Senti tutto il peso sulle tue spalle, magari neanche ne parli tanto a casa, in famiglia. Cerchi di risolvere sempre tutto, corri a destra e a sinistra, chiedi un extra fido alla banca, rincorri i clienti per i pagamenti e fai del tuo meglio per gestire la tua impresa.

Fermati solo un istante, e rifletti. Di cosa hai bisogno? Da dove partire?

Per un cambiamento radicale hai bisogno di un sistema di marketing strutturato e scientifico che:

  • analizzi la tua impresa
  • metta il tuo cliente al centro
  • individui un posizionamento
  • identifichi una categoria
  • crei un brand
  • conosca i clienti target
  • comunichi il valore del tuo brand
  • coinvolga il tuo personale

Chi sei tu e cosa fa la tua impresa deve essere comunicato efficacemente e con gli strumenti giusti. Devi essere riconoscibile e credibile per i tuoi clienti, e naturalmente, i tuoi possibili clienti ti devono poter trovare.

Non fare tutto da solo, innanzitutto ricorda che la tua squadra è la tua impresa. Sfrutta al meglio il tuo personale, coinvolgilo, spiega loro le difficoltà e la tua voglia di riprendere in mano la situazione e di modificare le cose.  Spiega perché vorresti che le cose fossero diverse e come, secondo te, dovranno essere. Dimostrare le difficoltà, non significa dimostrare debolezza. Cerca il supporto del tuo personale, falli sentire importanti nella fase di cambiamento della tua azienda.

Puoi attuare le migliori strategie del mondo, ma senza la tua squadra non andrai lontano. Il tuo personale è la stoffa umana della tua impresa, sono la tua faccia quando interagiscono con il cliente. Allena la tua squadra affinché condividano i tuoi valori e le tue credenze.

L’onestà, insieme alla tenacia ti ripagherà con una squadra motivata a fornirti l’aiuto di cui hai bisogno.

Infine, sviluppa la tua resilienza, ovvero la capacità di reagire in maniera positiva davanti alle difficoltà, sii persistente e fai durare a lungo la tua personale motivazione nonostante gli ostacoli e le difficoltà.

“Sono convinto che circa la metà di quello che separa gli imprenditori di successo, da quelli che non hanno successo sia la pura perseveranza.”
Cit. Steve Jobs

 

I cambiamenti hanno bisogno di diffondersi, non aver fretta, studia bene il tuo piano, analizza i risultati e datti il tempo giusto per raccogliere i frutti del tuo lavoro.

HAI UNA PICCOLA O MEDIA IMPRESA?

Cambia la tua impresa in 3 mesi. Genera nuovi clienti e impara a mantenerli a lungo.  Scopri il nostro esclusivo metodo Imprenditore vincente

 

banner2